Si può effettuare la chiamata giusta per questo caso, la prognosi per l’artrite psoriasica.

Si può effettuare la chiamata giusta per questo caso, la prognosi per l'artrite psoriasica.

Diagnosi e Ragionamento
Reumatologia è una delle discipline mediche più arcani – e spesso può essere confondenti per nuovi iniziati.

In pratica, però, un mix di forti competenze cliniche, tecniche di pattern matching, e attenta osservazione di indizi “chiave” permette spesso diagnosi rapida e accurata.

Si consideri il paziente in questo caso. Diverse caratteristiche cliniche ci saltano all’occhio subito:
– Le articolazioni colpite sono quelle delle mani e dei piedi, cioè le piccole articolazioni del corpo; Inoltre, le articolazioni interfalangee distali (DIP) sembrano essere coinvolti esclusivamente.
– I giunti sono coinvolti in maniera asimmetrica.
– Solo tre articolazioni sono coinvolte (per questi scopi, tutte le piccole articolazioni dello stesso tipo in una sola estremità vengono conteggiati una sola volta) – vale a dire questo è un oligoartrite (4 articolazioni o meno).
– C’è una storia di rigidità articolare al risveglio, che si risolve in seguito. Questo è un segno cardinale di artrite infiammatoria.

Così, questo è un oligoartrite asimmetrica delle articolazioni DIP che è più probabile infiammatoria di origine.

Nota anche la storia di una monoartrite acuta dell’articolazione del ginocchio con una risoluzione spontanea.

Quando i fattori di cui sopra sono considerati insieme con la sua età e il sesso maschile, questo è fortemente sospetta di un spondiloartropatia sieronegativi.

Un grande numero di malattie può dare luogo ad una spondiloartropatia sieronegativi; questi includono la spondilite anchilosante, artrite psoriasica, artrite reattiva, spondilite enteropathic secondaria a malattia infiammatoria intestinale, malattia di Behçet, e la malattia di Whipple.

Tuttavia, i risultati degli esami di questo paziente ci forniscono un indizio che dà efficacemente via la diagnosi: la presenza di ipercheratosi subungueale e onicolisi. Questi risultati clinici sono caratteristici dell’artrite psoriasica (PSA).

L’assenza di compromissione funzionale porta ulteriore credito verso questa diagnosi.

Reumatoide test fattore è negativo, come previsto (tuttavia, è importante notare che 5% al ​​9% dei pazienti con artrite psoriasica sono sieropositivi).

Inoltre, i raggi X mostrano cambiamenti erosive nelle articolazioni colpite, che sono tipiche di artrite infiammatoria.

i livelli di VES e PCR devono essere sempre misurati in questi pazienti; la loro elevazione qui suggerisce infiammazione attiva in corso (come previsto); questi possono successivamente essere utilizzati per monitorare la risposta al trattamento.

livelli di ANA sono principalmente di impiego in screening per condizioni come il LES, la sindrome di Sjogren, la sclerodermia, polimiosite, artrite reumatoide e la malattia mista del tessuto connettivo, e sono probabilmente non indicati in questo paziente.

I FANS sono utili a causa della loro analgesico combinato e effetti anti-infiammatori. Sulfasalazina può aiutare a rallentare la progressione del danno articolare, in particolare nei casi lievi di artrite psoriasica.

agenti anti-TNF non dovrebbero essere avviate immediatamente; essi possono essere considerati in pazienti con malattia grave che non risponde ad altre misure.

Discussione
L’artrite psoriasica (PSA) è una malattia infiammatoria cronica associata a psoriasi; è classificato come una spondiloartropatia in quanto possiede le caratteristiche cliniche necessarie.

La psoriasi è valutato per interessare circa 7 milioni di persone nei soli Stati Uniti; si stima che tra il 7% e il 42% di loro andrà a sviluppare artrite psoriasica.

Diversamente dalla maggior parte degli altri spondiloartropatie, entrambi i sessi sono ugualmente colpiti; la malattia si presenta tipicamente tra i 25 ei 40 anni di età.

La patogenesi ed eziologia di PSA sono ancora sconosciute, anche se fattori genetici, ambientali e immunologici si pensa di svolgere un ruolo. Circa il 40% dei pazienti riferiscono una prima storia familiare grado di psoriasi o PSA; la malattia è anche noto per essere associato con alcuni leucociti antigene umano (HLA) sottotipi – in particolare HLA-B27.

Nella maggior parte degli individui, psoriasi precede l’insorgenza di artrite; tuttavia, in una minoranza, AP sviluppa prima le manifestazioni dermatologiche di psoriasi.

PSA può presentare in maniera molto eterogenea; in particolare, sono stati riconosciuti cinque principali presentazioni della malattia articolare: oligoartrite asimmetrico infiammatorio, poliartrite simmetrica, distale artropatia interfalangea, spondilite psoriasica, e Artrite mutilante.

Asimmetrica oligoartrite infiammatoria è la presentazione più comune; qui, le piccole articolazioni delle mani e dei piedi sono coinvolti inizialmente; questo progredisce successivamente in un entesite e infiammazione del tessuto intervenire, con conseguente dattilite (salsiccia cifre di forma).

Inoltre, un paio di grandi articolazioni può anche essere coinvolto – in particolare le ginocchia.

La presentazione clinica della poliartrite simmetrica è simile a quella di artrite reumatoide (RA); tuttavia i sintomi e segni sono di solito più mite, mentre i noduli e le manifestazioni articolari extra di RA non si vedono.

Come suggerisce il nome, distale interfalangea artropatia colpisce i tuffi. Questa forma della malattia è più comune negli uomini e quasi sempre associati con i cambiamenti delle unghie.

Psoriasica anchilosante ha anche una predominanza maschile; la presentazione è simile a quella della spondilite anchilosante.

Artrite mutilante è la forma più rara, che si verificano solo nel 5% dei pazienti. Gravi i risultati artrite erosivi in ​​accorciamento delle ossa, producendo dita telescopici; radiografia delle mani dimostra la caratteristica ‘matita in tazza’ aspetto.

Si noti che, anche se le deformità in mutilante artrite compaiono grave e allarmante, il dolore è mite e la funzione della mano è sorprendentemente buona.

Quasi ogni manifestazione cute psoriasica può essere trovato in psoriasica; notare che se la diagnosi si sospetta ma senza lesioni evidenti sono presenti, è importante cercare di lesioni nascoste nel cuoio capelluto. perineo, leporino intergluteo, e dell’ombelico.

Si noti che i cambiamenti delle unghie, come pitting, onicolisi, ipercheratosi subungueale, e leuconichia sono comuni e possono occasionalmente essere l’unica manifestazione dermatologica.

reperti radiografici chiave includono cambiamenti erosive asimmetrici nelle piccole articolazioni delle mani e dei piedi, osteolisi con un ‘matita in tazza’ aspetto, correlato entesopatia calcificazioni, e stimolare la formazione.

L’assenza del fattore reumatoide conferisce ulteriore credito verso la diagnosi – ma è importante notare che il 5% e il 9% dei pazienti sono sieropositivi.

VES e PCR sono spesso sollevate e attività della malattia di aiuto misura.

La gestione di PsA dipende dalla gravità della malattia; malattia più lieve può essere gestito con FANS e terapia fisica aggiunta da solo, con iniezioni di corticosteroidi locali, se necessario.

Si noti che alcuni FANS possono causare un peggioramento delle lesioni cutanee in alcuni individui; in tale scenario, cambiando la classe dei FANS spesso funziona.

Farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) sono indicati nei pazienti con malattia da moderata a grave o casi refrattari di psoriasica; agenti biologici (antagonisti cioè TNF-alfa) sono utilizzati anche in grave refrattaria della malattia ai farmaci tradizionali.

È interessante notare, alcuni degli agenti utilizzati nella gestione della psoriasi hanno dimostrato (agenti particolarmente sistemiche come metotrexato, derivati ​​retinoico-acido, e psoralen più luce ultravioletta) per ridurre sia la pelle e manifestazioni congiunte.

Fisioterapia per la riabilitazione, non va dimenticato, come una grave artrite psoriasica può causare disabilità significativo causando notevole deterioramento della qualità della vita.

La prognosi di PSA è legata ad una varietà di fattori; un genere maschile, il coinvolgimento di un minor numero di articolazioni, e la buona conservazione della funzione è associato con una buona prognosi e malattie remissioni.

Al contrario, alcuni tipi di HLA, e alti livelli di marker infiammatorio con evidenza di danno radiologico sono fattori prognostici negativi, suggerendo a malattia più invalidante.

Ti è piaciuto il caso?

Related posts

Related posts