Linfoma di Burkitt diagnosi, prognosi, sintomi e trattamenti, la sopravvivenza linfoma.

Linfoma di Burkitt diagnosi, prognosi, sintomi e trattamenti, la sopravvivenza linfoma.

In questo articolo

I sintomi di linfoma di Burkitt

I sintomi di linfoma di Burkitt dipendono dal tipo. L’endemica (Africa) Variante di solito inizia come tumori della mandibola o altre ossa facciali. Anche può influenzare i Tratto Gastrointestinale, ovaie e seno e può diffondersi al sistema nervoso centrale. causando danni al sistema nervoso. debolezza. e paralisi.

I tipi più comunemente visto nel brevetto – sporadico e immunodeficienza associata – solito iniziano nell’intestino e formano una massa tumorale voluminosa nell’addome. spesso con massiccio coinvolgimento del fegato. milza. e del midollo osseo. Queste varianti possono anche iniziare nelle ovaie, testicoli, o di altri organi, e diffuso al cervello e nel liquido spinale.

Altri sintomi associati con linfoma di Burkitt includono:

La diagnosi di linfoma di Burkitt

Perché linfoma di Burkitt si diffonde così rapidamente, la diagnosi tempestiva è fondamentale.

Se si sospetta linfoma di Burkitt, in tutto o in parte di un linfonodo ingrossato o altro sito malattia sospetto verrà biopsia. In una biopsia. un campione di tessuto viene esaminato al microscopio. In questo modo confermare o escludere linfoma di Burkitt.

Ulteriori test possono includere:

Trattamenti per linfoma di Burkitt

Intensive endovenosa chemioterapia – che di solito comporta una degenza ospedaliera – è il trattamento preferito per linfoma di Burkitt. Perché linfoma di Burkitt può diffondersi al fluido che circonda il cervello e il midollo spinale, i farmaci chemioterapici possono anche essere iniettato direttamente nel liquido cerebrospinale, un trattamento conosciuto come la chemioterapia intratecale.

Esempi di farmaci che possono essere utilizzati in varie combinazioni per Burkitt linfoma includono:

Altri trattamenti per linfoma di Burkitt possono includere chemioterapia intensiva in combinazione con:

  • Rituximab (Rituxan), un anticorpo monoclonale che si attacca alle proteine ​​sulle cellule tumorali e stimola il sistema immunitario ad attaccare le cellule tumorali
  • Il trapianto autologo di cellule staminali, in cui vengono rimosse le cellule staminali del paziente, memorizzati, e restituito al corpo
  • Radioterapia
  • terapia steroidea

In alcuni casi, la chirurgia può essere necessaria per rimuovere le parti dell’intestino che sono bloccati, sanguinamento, o hanno rotto.

Related posts

Related posts