Albero di canfora Usi, benefici ed effetti collaterali, la pelle canfora.

Albero di canfora Usi, benefici ed effetti collaterali, la pelle canfora.

Nome botanico. Cinnamomum camphora .

Altri nomi comuni. È vero canfora, hon-sho, alloro canfora, canfora giapponese, kamfertræ (danese), Kampfer (tedesco), canfora (spagnolo), laurier du Japon. (Francese).

Habitat. L’albero di canfora è originaria delle isole meridionali del Giappone e Taiwan, dove formano maestose foreste. Si trova anche allo stato selvatico in Cina.

Oggi è coltivato in molti paesi con clima tropicale e subtropicale, soprattutto in India, Sri Lanka, Egitto, Madagascar, Sud Africa e Stati Uniti. Eppure, Taiwan è il più grande produttore di canfora naturale, con il Giappone al secondo posto.

Descrizione. L’albero di canfora è un membro del Lauraceae o la famiglia di alloro. Si tratta di un albero sempreverde che può raggiungere fino a 40 metri di altezza e vivere per essere maggiore di 1000 anni. Ha una chioma ampia diffusione e breve, tronco spesso con una circonferenza fino a 5 metri.

Impianto di parti utilizzate. Canfora. Un chetone cristallina bianca conosciuta come 2-bornanon e comunemente chiamato canfora, ottenuto da tutte le parti della pianta Cinnamomum camphora. È insolubile in acqua ma solubile in alcool e oli. È disponibile in tre varietà, giallo, bianco e marrone. Solo il bianco è usato in medicina come gli altri due sono piuttosto tossici.

Canfora può essere ottenuta anche da alcuni altri alberi correlati della famiglia di alloro, come la canfora orientale africana (Ocotea usambarensi) o da impianti da completamente diverse famiglie di piante, come la canfora del Borneo (Dryobalanops aromatica).

Albero di canfora (Cinnamomum camphora) – Attribuzione: Peripitus (Wikipedia)

Ingrediente attivo e sostanze. Le foglie contengono olio essenziale di circa l’1%, mentre il legno contiene circa il 3%. L’olio essenziale contiene il 10-15% di 2-bornanon. Olio bianco contiene cineolo, pinene, terpineolo, mentolo e timolo, ma non safrolo. La varietà marrone contiene fino al 80% Safrolo e alcune terpenoidi. La varietà gialla contiene principalmente safrolo, sesquiterpeni e alcool sesquiterpene.

Storia

L’olio di canfora è stato usato ed estratta da diverse specie vegetali corso dei secoli. Nell’antica Cina l’albero di canfora è stato utilizzato principalmente per il suo legno come i cinesi mai imparato l’arte di estrarre l’olio che hanno usato come agente imbalsamazione ma invece importata Borneo canfora (Dryobalanops aromatica) per questo scopo. Nel Medioevo la canfora del Borneo è stato anche l’unico canfora disponibile in Europa.

Estrazione e Usi

Tutte le parti del albero di canfora hanno cellule secretorie contenenti olio volatile che cristallizza quando entra in contatto con l’aria. In passato il tutto l’albero è stato utilizzato per l’estrazione del petrolio, di solito da alberi che erano almeno 50-60 anni. Oggi, solo le foglie sono usate per permettendo ricorrenti raccolto senza uccidere la gallina dalle uova d’oro per così dire. Le foglie aromatiche possono essere raccolte da tre a quattro volte l’anno.

Albero di canfora – erbe medicinali © La base di erbe Resource

Usi medicinali di canfora albero nel passato

Una volta che è stato utilizzato come un rimedio dolore esterna per contusioni, ferite, l’infiammazione, la gotta e le articolazioni reumatiche, ed internamente per curare l’isteria, epilessia e malattia correlata cuore. Inoltre, è stato utilizzato in forma incenso come trattamento per l’asma, bronchite, enfisema e altri disturbi respiratori. Fino al 1950 è stato utilizzato come stimolante ed è stato dato come trattamento per collasso e svenimenti.

Usi medicinali moderni Giorno

Oggi, canfora è utilizzato principalmente in creme e unguenti per dolori reumatici, nevralgie, artrite. mal di muscoli, distorsioni, contusioni e lividi. Inoltre, viene utilizzato anche come repellente per insetti.

Un olio di canfora, o di altri prodotti che lo contengono, possono essere applicati esternamente sul collo e petto come rimedio per polmonite acuta o cronica e bronchite. Può anche essere utilizzato direttamente sulle mani e piedi per trattare geloni e per il trattamento di acne e herpes labiale.

dosaggi terapeutico

Effetti collaterali e interazioni di canfora

Quando i prodotti contenenti canfora (dal 3 al 11%) sono utilizzati correttamente e le istruzioni del produttore sono seguiti i rischi di effetti collaterali sono minimi. Canfora può causare eruzioni cutanee o reazioni allergiche in alcune persone.

L’abuso può provocare irritazione della pelle e prodotti contenenti canfora dovrebbe essere utilizzato su ferite aperte o ustioni. Tutti gli usi interni della erba è sconsigliati. Se si è consumato, può causare causare vomito, palpitazioni, convulsioni, delirio, allucinazioni e persino la morte.

I bambini e le donne in gravidanza o che allattano non dovrebbero usare questa erba.

Related posts

Related posts